fbpx
HomeAttualitàGossipMarisela Federici e le feste a "Villa La Furibonda"

Marisela Federici e le feste a “Villa La Furibonda”

Vera regina della vita più mondana della Capitale e nipote di uno dei presidenti venezuelani, la vedova di Paolo Federici è una della frequentatrici più amate dei salotti di Roma: ecco a voi la contessa Marisela Federici. Elegante, sobria e sempre pronta ad aprire le porte della sua dimora, Villa La Furibonda per organizzare aperitivi e brunch esclusivi in compagnia di tante personalità.

Ma cosa sappiamo precisamente di lei e delle sue feste? E perché vi partecipano personaggi di lustro di tutto il mondo?

La vita di Marisela Federici e le feste a Villa La Furibonda

Forse non tutti sanno che il vero nome di Marisela Federici è Rivas y Cardona, diventata famosa per il matrimonio con un importante banchiere di Roma, Paolo Federici. Suo nonno materno, presidente amato del Venezuela di nome Carlos Delgado Chalbaud, fu ucciso per motivi politici dal dittatore Marcos Pérez Jiménez, mai pentito del misfatto.

La scelta del suo nuovo nome nasce dalla protagonista del romanzo di Ròmulo Gallegos, ex presidente venezuelano che fu implorato dalla madre della contessa di rilasciare il marito che era stato arrestato e successivamente liberato per questioni diplomatiche. Il cognome, invece, lo ha preso dal marito, da cui ha avuto il suo unico figlio, Eduardo, che vive a New York e al quale è molto legata.

Non è un segreto che Paolo Federici è stato il suo secondo marito, dal momento che era già convolata a nozze con Roger Tamraz, famoso magnate egiziano e noto fondatore della Tamoil, con il quale ha avuto sua figlia Margherita Tamraz. Un matrimonio infelice, come racconta la contessa, a causa dei continui tradimenti di lui.

La dimora di Marisela Federici: Villa La Furibonda

Oggi la contessa è una bellissima signora che vive a Roma, nella sua lussuosa Villa La Furibonda, dove organizza frequenti ricevimenti ai quali partecipano note personalità del jet set nazionale ed internazionale.

La villa è arredata con gusto e raffinatezza senza lasciare nulla al caso, dai giardini agli spazi esterni passando per il design interno curato in ogni dettaglio. Nel 2018, inoltre, la contessa ha ammesso di aver installato un sofisticato sistema d’allarme in ogni ambiente, dopo aver subito un furto che ha sconvolto l’intera casa.

Forse non tutti conoscono l’origine del nome di Villa La Furibonda, che spesso racconta ai salotti con un aneddoto simpatico e curioso. Quando suo marito la portò in Italia, Marisela desiderava un’altra dimora ma suo marito volle comprarle ugualmente questa villa che lei accettò pensando di poterla restaurare secondo il suo gusto. Durante i lavori, però, scoprì che la villa era stata progettata da Marcello Piacentini, famosissimo architetto del fascismo e per tale motivo non poteva essere sostituito neanche un mattone.
Questa scoperta causò nella contessa un nervosismo continuo tanto che la governante, quando la vedeva tornare, diceva ai suoi figli: “mamma è arrivata ed è furibonda”. Da questa simpatica frase, detta con ironia e con tremore, nasce il nome di Villa La Furibonda: bella, maestosa e sempre in festa.

Le feste e la vita mondana di Marisela Federici a Villa Furibonda

Dai primi mesi del suo matrimonio con Paolo Federici, Villa La Furibonda è stata sede di feste e ricevimenti importanti, che hanno ospitato personalità del mondo della politica e dello spettacolo, grandi imprenditori e nobili provenienti dall’Italia e dall’estero. Un trentennio di sfarzo e piacere che ha contribuito alla creazione della tanto acclamata Dolce Vita, che Federico Fellini ha decantato in molti suoi film.

Tra divani, saloni, trionfi di frutta e fiori e grossi scaloni, Villa La Furibonda è un via vai di personalità, amiche e familiari che la rendono una vera e propria casa-palcoscenico dove la contessa Marisela può dare libero sfogo alla sua voglia di vivere e divertirsi. Un mondo nel quale esercitare il suo magico bon ton, infatti spesso la contessa ha sostenuto che per creare la giusta atmosfera per i suoi ospiti è necessario quel tocco di magia che nasce dall’amore per l’ospitalità, che tanto sente nel suo cuore. In estate le feste si svolgono nell’ampio giardino ricco di cipressi, ulivi secolari, buganvillee colorate, ortensie e prati pettinati dove godersi raffinati aperitivi.
Se invece il tempo non lo consente, i ricevimenti si tengono all’interno dell’abitazione, dove il camino riscalda l’atmosfera e gli ospiti si divertono tra la musica e qualche scatto insieme.

Le serate trascorrono con serenità tra gli abbracci, i saluti le risate e qualche brindisi: primi succulenti, secondi, dolci e tante altre bontà che fanno onore alla tavola e ad una padrona di casa d’eccellenza come la contessa Marisela Federici.

PIú Popolari