fbpx
HomeAttualitàCuriositàZucche di Halloween: come fare?

Zucche di Halloween: come fare?

Simbolismo della zucca di Halloween

Celebrata nella notte tra il 31 ottobre e il primo di novembre, la festa di Halloween si è diffusa dagli Stati Uniti in tutto il mondo, diventando una tradizione apprezzata da adulti e bambini. Il simbolo di questa ricorrenza è rappresentato da una zucca intagliata che assume le sembianze di un viso spaventevole, creato proprio per fare paura in quanto si collega alla fisionomia di fantasmi e zombie.

Secondo la leggenda, il suo aspetto terrorizzante deriverebbe da un incontro tra il diavolo e un uomo di nome Jack, che inizialmente grazie ad alcuni furbi trucchetti, riuscì a raggirare Satana e a convincerlo a non tentare la sua anima. Soltanto al momento della morte, Jack (che non era stato ammesso in paradiso a causa della sua vita dissoluta), non fu accettato neppure all’inferno perché il diavolo, ancora offeso per come, Jack lo avesse ingannato per non perdere l’anima, si oppose.

Tuttavia il diavolo donò a Jack un tizzone per illuminare la strada delle sue incessanti peregrinazioni nel limbo oscuro. L’uomo decise di conservare la torcia all’interno di una zucca, che divenne così il simbolo della notte di Ognissanti. Tuttora la zucca intagliata con sembianze orrorifiche e contenente una lanterna viene considerata il sinonimo della Festa di Halloween.

Come realizzare una zucca di Halloween

Il primo passo da compiere per creare una suggestiva zucca di Halloween, che possa ricordare la leggenda di Jack O’Lantern, consiste nel procurarsi una zucca di notevoli dimensioni, che non sia troppo matura.

Bisogna scegliere tra i frutti finalizzati alla creazione della maschera, che di norma sono quasi vuoti internamente e contengono una polpa estremamente soda e compatta.

Ingredienti

• una zucca di grandi dimensioni;
• un pennarello nero lavabile;
• un coltello lungo e sottile con lama liscia;
• un coltellino corto ma appuntito con lama seghettata;
• un cucchiaio;
• uno scavino per melone;
• guanti monouso.

Preparazione

Inizialmente è necessario disegnare sulla zucca intera la sagoma del viso che si desidera ottenere, costituita da due occhi e un naso di forma triangolare e da una bocca aperta con pochi denti (un aspetto sdentato incute paura).

Si procede poi con l’incisione, servendosi del coltello lungo e partendo dalla calotta superiore, che deve essere completamente eliminata con un taglio netto a margini definiti; per questa operazione è indispensabile utilizzare una lama non seghettata, ma molto tagliente e precisa.

La calotta non va gettata via perché può essere utile per richiudere la zucca al termine del procedimento.

Dopo aver scoperchiato la zucca è consigliabile prendere il coltellino seghettato e procedere tagliando la polpa interna, avendo cura di suddividere idealmente il frutto in tanti settori che vanno puliti accuratamente uno per uno.

È infatti necessario eliminare filamenti, semi e parti molli presenti all’interno della zucca, senza tuttavia asportare completamente la polpa dato che la buccia esterna potrebbe assottigliarsi troppo e diventare fragile.

Usando lo scavino si continua lo svuotamento del frutto in tutte le sue parti, soprattutto dove è inserito il picciolo e le barbe inferiori, che sono le zone in cui la polpa è particolarmente aderente alla buccia.

Con il cucchiaio si raccolgono i semi (che devono essere eliminati del tutto) e i filamenti rimasti attaccati dopo il precedente svuotamento con il coltello.

A zucca vuota si procede intagliando gli occhi, il naso e la bocca, aiutandosi con il coltellino di tipo spelucchino che normalmente è molto affilato e tagliente.

Dopo aver definito la fisionomia del viso potrebbero essere rimaste tracce di pennarello nero sulla superficie, che devono essere asportate con un panno imbevuto con una soluzione di acqua tiepida e un cucchiaio di aceto di mele.

Avendo scelto un pennarello lavabile non ci dovrebbero essere problemi, ma in ogni caso l’acidità dell’aceto di mele garantisce ottimi risultati, evitando il rischio di aloni e macchie.

A questo punto sono possibili due opzioni: chi desidera realizzare una vera e propria lanterna può introdurre nella zucca un lumino, chi invece preferisce indossare la zucca come maschera deve eliminarne anche il fondo.

Nel primo caso è opportuno orientarsi verso candele di piccole dimensioni e fornite di una base metallica, possibilmente con dentini ricurvi, che funzionano benissimo come ancoraggio per il lumino.

Nel secondo caso bisogna asportare la base del frutto utilizzando il coltello lungo e prendendo bene le misure per consentire alla zucca di venire posizionata sul viso appoggiandosi al collo.

Per entrambe le soluzioni è consigliabile preparare la zucca almeno un giorno prima del suo impiego, lasciandola riposare sul davanzale della finestra per 12-24 ore, oppure mettendola in cantina o in un qualsiasi altro ambiente fresco.

PIú Popolari