Pappalardo e i Gilet Arancioni: manifestazioni a Roma e Milano


Dopo aver raggiunto le più alte cariche delle Forze Armate e alcuni tentativi di emergere in politica, il generale dei carabinieri in pensione Antonio Pappalardo ha imboccato la strada dell’insurrezione in piazza. Già noto per il movimento dei Forconi, si mette a capo delle recenti manifestazioni dei gilet arancioni avvenute oggi a Milano, Bologna, Roma e Torino contro il governo.

Il movimento richiama i gilet gialli parigini e i manifestanti chiedono le dimissioni del presidente del governo Conti e il ritorno alla vecchia lira. In piazza Duomo a Milano, alla guida dei manifestanti oggi spiccava proprio la figura di Pappalardo con indosso un vestito arancione e senza mascherina.

Sebbene la manifestazione fosse stata autorizzata non venivano rispettate le distanze di sicurezza e l’obbligo di indossare la mascherina.

Il sindaco di Milano Beppe Sala ha denunciato Antonio Pappalardo e i gilet arancioni, organizzatori della manifestazione, accusandoli di compiere un gesto irresponsabile che non tiene conto delle difficoltà in cui si trova la città di Milano rispetto ai contagi da Coronavirus.