Home Bellezza e Salute Coronavirus: Ricercatori italiani scoprono che i raggi solari rendono inattivo il Sars-CoV-2

Coronavirus: Ricercatori italiani scoprono che i raggi solari rendono inattivo il Sars-CoV-2

Già da tempo circola l’ipotesi che il caldo possa rallentare la diffusione del Coronavirus. Adesso grazie a uno studio condotto a Milan, i ricercatori hanno dimostrato che i raggi UV possono neutralizzare il coronavirus nelle goccioline di saliva responsabili di diffondere il contagio.

L’esperimento è consistito nel far crescere il virus e diffonderlo in goccioline acquee in sospensione, poi esposte a diverse dosi di raggi Uv–C (per leggere il paper dell’esperimento clicca qui) e il risultato è stato che al crescere dell’irraggiamento solare diminuisce il numero di nuovi contagi. Questo giustificherebbe il fatto che la pandemia sia notevolmente rallentata nei Paesi dell’emisfero in cui è estate mentre in Paesi come il Brasile dove è inverno si veda il picco dei contagi.

E’ difficile prevedere se con l’arrivo dell’inverno ci sarà una seconda ondata ma di certo questa volta tutti i Paesi saranno più preparati.

PIú Popolari

“Matrimoni Impossibili” nuovo format su Real Time

"Matrimoni Impossibili" il nuovo format su Real Time ideato dallo speaker di Radiodeejay Roberto Ferrari, festeggia quegli amori che sfuggono alle norme.

Covid-19: Boom di ricerche online per onoranze funebri

Durante il lockdown, in Italia, c'è stato un forte ed inaspettato aumento di ricerche correlate alle onoranze funebri.

L’opinionista Sara Manfuso al Grande Fratello Vip 2021?

Mediaset sta già preparando la prossima edizione del Grande Fratello Vip e tra i nomi dei possibili concorrenti si vocifera della partecipazione dell'opinionista Sara Manfuso

Concorso pianistico Aevea Piano Prize: iscrizioni fino al 26 Luglio

Il 10 agosto torna a Verona nella famosa Sala Maffeiana che ospitò Mozart 250 anni fa, il concorso pianistico Aevea Piano Prize.

Come le app di fotoritocco influenzano la chirurgia estetica

Si chiama "dismorfia da Snapchat" l'ossessione a ricorrere alla chirurgia per somigliare alle immagini modificate digitalmente con snapchat e altri filtri e app di fotoritocco e si è diffusa molto tra i giovani durante il lockdown