Home Cultura Teatro Coronavirus: il Cirque du Soleil dichiara bancarotta e taglia 3500 dipendenti

Coronavirus: il Cirque du Soleil dichiara bancarotta e taglia 3500 dipendenti

E’ la fine di un’era: il Cirque du Soleil fondato nel 1984 in Canada come il primo circo senza animali e diventato famoso in tutto il mondo dichiara bancarotta e taglia 3500 dipendenti (il 95% dell’organico). Nel 2015 il fondatore Guy Laliberté aveva ceduto le quote a un fondo di investimento. Nel 2017 ha acquistato Blue Man Production, nel 2018 la società di intrattenimento per bambini VStar Entertainment Group. Nel 2019 ha aggiunto al suo portafoglio Works Enetrtainment e la sua troupe di prestigiatori chiamata Illusionists.

A causa del Coronavirus e della cancellazione degli spettacoli (ben 44 a livello globale) l’amministrazione si è trovata oggi costretta a ricorrere alla bancarotta assistita per ristrutturare il debito. Secondo quanto diffuso, l’accordo proposto dal gruppo che controlla il circo prevede un investimento da parte degli azionisti di 300 milioni di dollari e, in cambio della sostanziale cancellazione del debito, i creditori riceveranno il 45% della proprietà della nuova società.

Per il momento cala il sipario sul più famoso circo al mondo e non è chiaro quando potrà riprendere l’attività.

PIú Popolari

“Bulli e atolli, il mondo non è dei polli” il nuovo libro sul bullismo di Barbara Appiano

Il libro fornisce un punto di vista originale sul bullismo: il protagonista infatti è un pugno bullizzato che vorrebbe tornare a essere mano per accarezzare le persone e far pace con il mondo.

“L’arte dell’incontro”: il libro che racconta i retroscena delle star dello spettacolo

In un periodo difficile per gli artisti, l'autrice Maria Cuono ha raccolto interviste e contributi delle star che raccontano i retroscena del mondo dello spettacolo

PEC Un Risparmio di 4 miliardi per l’Italia

Tutti noi, chi più chi meno, ha avuto a che fare in questi anni con la PEC, la posta elettronica certificata.

Il coronavirus ha cambiato il modo di fare TV

Il conduttore di Mattino Cinque Francesco Vecchi sembra sicuro che il coronavirus abbia cambiato per sempre il modo di fare televisione

Giorgio J. Squarcia (le Iene) ringrazia Nadia Toffa e racconta degli scherzi televisivi

Giorgio Squarcia autore di diversi programmi televisivi come Scherzi a Parte, Striscia La Notizia e le Iene racconta la differenza fra gli scherzi televisivi dei primi anni e quelli di oggi e ringrazia Nadia Toffa