Home Attualità Curiosità I cioccolatini hanno un nome razzista e Migros rimuove i "Moretti" dai...

I cioccolatini hanno un nome razzista e Migros rimuove i “Moretti” dai supermercati

In questi giorni segnati dalla tragedia dell’uccisione di George Lloyd per mano di 4 agenti della polizia americana, dalle proteste che hanno gettato nel caos gli Stati Uniti, dalle manifestazioni a livello mondiale del movimento anti-razzista Black Lives Matter è tornato alla ribalta il problema irrisolto del razzismo.

Molte aziende a livello globale hanno manifestato solidarietà con il movimento Black Lives Matter dalla HBO che ha rimosso “Via col vento” dai suoi cataloghi perché raffigura pregiudizi etnici e razziali inaccettabili ai giorni nostri ai supermercati della Migros che in Svizzera ritirano dagli scaffali i dolci chiamati in tedesco “Mohrenkopf” ovvero letteralmente “testa di moro” e che hanno caratterizzato l’infanzia di molti svizzeri ma anche degli italiani.

Cosa succederà al cioccolatino incriminato?

Solo una azienda (la Dubler) che chiama ancora questo dolce con il nome originale sarà bandita dagli scaffali mentre altre aziende che lo avevano ribattezzato “kiss” saranno autorizzate sugli scaffali del supermercato.

PIú Popolari

“Bulli e atolli, il mondo non è dei polli” il nuovo libro sul bullismo di Barbara Appiano

Il libro fornisce un punto di vista originale sul bullismo: il protagonista infatti è un pugno bullizzato che vorrebbe tornare a essere mano per accarezzare le persone e far pace con il mondo.

“L’arte dell’incontro”: il libro che racconta i retroscena delle star dello spettacolo

In un periodo difficile per gli artisti, l'autrice Maria Cuono ha raccolto interviste e contributi delle star che raccontano i retroscena del mondo dello spettacolo

PEC Un Risparmio di 4 miliardi per l’Italia

Tutti noi, chi più chi meno, ha avuto a che fare in questi anni con la PEC, la posta elettronica certificata.

Il coronavirus ha cambiato il modo di fare TV

Il conduttore di Mattino Cinque Francesco Vecchi sembra sicuro che il coronavirus abbia cambiato per sempre il modo di fare televisione

Giorgio J. Squarcia (le Iene) ringrazia Nadia Toffa e racconta degli scherzi televisivi

Giorgio Squarcia autore di diversi programmi televisivi come Scherzi a Parte, Striscia La Notizia e le Iene racconta la differenza fra gli scherzi televisivi dei primi anni e quelli di oggi e ringrazia Nadia Toffa