Home Attualità Cronaca Oggi è il Blackout Tuesday: cosa significa il quadrato nero

Oggi è il Blackout Tuesday: cosa significa il quadrato nero

Oggi molti utenti in tutto il mondo hanno pubblicato sui social foto di uno spazio nero per celebrare il movimento Black Lives Matter che difende i diritti della comunità afroamericana per supportare le proteste negli Stati Uniti in seguito alla brutale uccisione dell’afroamericano George Lloyd a opera di 4 agenti della polizia.

Numerose celebrità e CEO delle più grandi aziende nel mondo hanno aderito al movimento postando foto nere sui loro profili instagram, twitter e facebook.

Gli organizzatori dell’iniziativa chiedono a tutti coloro che vogliono aderire di pubblicare una foto nera sui social, mettere in mute il profilo e utilizzare il tempo che avrebbero passato consultando i social, per apprendere informazioni sul movimento Black Lives Matter.

PIú Popolari

“Bulli e atolli, il mondo non è dei polli” il nuovo libro sul bullismo di Barbara Appiano

Il libro fornisce un punto di vista originale sul bullismo: il protagonista infatti è un pugno bullizzato che vorrebbe tornare a essere mano per accarezzare le persone e far pace con il mondo.

“L’arte dell’incontro”: il libro che racconta i retroscena delle star dello spettacolo

In un periodo difficile per gli artisti, l'autrice Maria Cuono ha raccolto interviste e contributi delle star che raccontano i retroscena del mondo dello spettacolo

PEC Un Risparmio di 4 miliardi per l’Italia

Tutti noi, chi più chi meno, ha avuto a che fare in questi anni con la PEC, la posta elettronica certificata.

Il coronavirus ha cambiato il modo di fare TV

Il conduttore di Mattino Cinque Francesco Vecchi sembra sicuro che il coronavirus abbia cambiato per sempre il modo di fare televisione

Giorgio J. Squarcia (le Iene) ringrazia Nadia Toffa e racconta degli scherzi televisivi

Giorgio Squarcia autore di diversi programmi televisivi come Scherzi a Parte, Striscia La Notizia e le Iene racconta la differenza fra gli scherzi televisivi dei primi anni e quelli di oggi e ringrazia Nadia Toffa